S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DEL 26 MARZO 2002


ORDINE DEL GIORNO N. 2

Condanna del Consiglio del Municipio Roma VII all'assassinio del Prof. Biagi.

Martedì 19 marzo il Professor Marco Biagi, Consulente del Governo per i temi del Lavoro, è stato vilmente assassinato da un commando terroristico appartenente alle Nuove Brigate Rosse del Partito Comunista Combattente.
Anche in questa occasione è stato ucciso un uomo indifeso, colpevole soltanto di credere e lavorare per la realizzazione delle proprie idee, così come Massimo D'Antona, anch'egli Consulente dell'allora Ministro del Lavoro Antonio Bassolino.
Si ripetono, ancora una volta, eventi che sfuggono alla normale dialettica democratica e che rischiano di condizionare pesantemente l'evolversi della situazione politica e sociale del nostro Paese.
Si ripetono, ancora una volta, eventi inquietanti e drammatici a danno dei lavoratori e delle forze democratiche sui quali non si riesce a fare piena luce.
Il Sindacato, i Partiti, il Movimento dei Lavoratori e dei cittadini sono stati sempre in prima linea nella lotta contro il terrorismo e per la difesa della democrazia pagando un costo in termini di vite umane, altissimo. Purtroppo le irresponsabili affermazioni di alcuni esponenti del Governo rischiano di fomentare un clima di odio, terreno fertile per i terroristi che cercano una giustificazione sociale alle loro vili imboscate.

Considerato quanto premesso in narrativa

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO ROMA VII
CONDANNA

Il vile assassinio del Professor Biagi – così come ogni attentato terroristico teso a distorcere e condizionare i normali e liberi rapporti democratici tra maggioranza e opposizione; tra Governo e parti sociali – perché il confronto è necessario e legittimo anche quando diventa aspro; e le “manifestazioni fatte pacificamente sono il sale della Democrazia”, come ha autorevolmente affermato il nostro Presidente della Repubblica.
Inoltre stigmatizza il comportamento del Ministro degli Interni che pur allertato da numerose e specifiche informative dei nostri servizi di Sicurezza – non ha provveduto ad intensificare la vigilanza e il Servizio di scorta al Professor Biagi e a tutte le altre figure possibili bersagli di agguati terroristici.

        Voti favorevoli 13
        Voti contrari 5

        Approvato a maggioranza.