S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII 

CONSIGLIO DEL 26 FEBBRAIO 2002

RISOLUZIONE N. 6
“ Intitolazione del Parco Tor Tre Teste al Colonnello Pilota Davide Franceschetti”.

Premesso

Che il Colonnello Pilota Davide Franceschetti del 132░ gruppo, 51░ stormo d'Istrana, l'otto febbraio del 2001, al ritorno da un'esercitazione di volo, ai comandi dell'AMX dell'Aeronautica Militare, a causa di un'avaria che minava gravemente la governabilitÓ del velivolo, per evitare che l'aereo potesse precipitare sull'abitato di Lancenigo, manovrava sino a condurlo fuori dal centro abitato, azionando i dispositivi di salvataggio solo dopo aver acquisito la certezza, che l'impatto del velivolo con il suolo, non avrebbe causato spargimento di vite umane;

        Che con tale comportamento comprometteva irrimediabilmente qualsiasi possibilitÓ di salvezza, sacrificando la propria vita;

        Che per tale nobile ed altruistico gesto il Colonnello Franceschetti Ŕ stato insignito, alla memoria, dal Capo dello Stato, della medaglia d'oro al Valore Militare;

        Che in suo ricordo, sono nate nei mesi scorsi diverse iniziative, quali le borse di studio patrocinate dall'Aeronautica Militare e dal Comune di Treviso ed inoltre la proposta del Comune di Canizzano, d'intitolare una strada in sua memoria;

        Che il Colonnello Franceschetti, prima d'intraprendere la carriera militare, Ŕ stato a lungo residente nel quartiere di Tor Tre Teste, dove Ŕ cresciuto, ha compiuto i propri studi e stretto amicizie e dove tutt'ora risiede la famiglia d'origine;

        Che si ritiene doveroso, ricordare e trasmettere alle future generazioni, i valori testimoniati dal sacrificio del Colonnello Franceschetti, intitolando, alla sua memoria, nel territorio del Municipio il parco di Tor Tre Teste.

Per quanto sopra premesso

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO
RISOLVE

D'intitolare alla memoria del concittadino, Colonnello Pilota Davide Franceschetti, il Parco Pubblico di Tor Tre Teste nell'area prospiciente Via Viscogliosi – Via Campari, da punto ove ha luogo il mercato saltuario a quello che a tutt'oggi ospita il cosiddetto “Giardino dei Demar”, e di impegnare il Presidente e l'Assessore delegato ad attivare le relative procedure presso l'Ufficio Toponomastica.

        Approvata all'unanimitÓ nel suo testo emendato.