S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DEL 5 DICEMBRE 2003

ORDINE DEL GIORNO N. 25

Viabilità Tor Sapienza.

Premesso
        
Che con ordine del giorno n. 21 del 7 Novembre 2003 il Consiglio del VII Municipio ha incaricato la Giunta e la Commissione competente di attivare gli strumenti correttivi più idonei finalizzati all'alleggerimento del traffico su Via di Tor Sapienza e Via Collatina, avviando uno studio di fattibilità sull'ipotesi di realizzazione di una rotatoria su Piazza de Cupis, precisando che al 1° Dicembre 2003 o sarà adottato un nuovo progetto o sarà ripristinata la situazione precedente alla sperimentazione;
        Che lo stesso o.d.g. chiedeva di avviare contestualmente una consultazione con le Associazioni locali dei cittadini di Tor Sapienza e la Commissione lavori pubblici ha svolto specifici incontri con l'Associazione commercianti, l'AGS mercato via de Pisis e il Comitato di quartiere;
        Che nel corso di tali incontri l'Associazione commercianti ha ribadito la richiesta di ripristinare il doppio senso su Via Tor Sapienza, perché l'attuale situazione avrebbe comportato un maggiore inquinamento e un forte calo delle vendite, l'AGS mercato via de Pisis ha confermato di non aver subito calo di vendite dall'attuale disciplina, comunicando una valutazione positiva della situazione da parte dei clienti del mercato, il Comitato di quartiere ha sottolineato che la soluzione migliore è rappresentata dal completamento dell'anello esterno i cui ritardi sono da addebitare alle inefficienze TAV, fornendo alcune proposte di modifica dell'attuale disciplina e ribadendo che sarebbe meglio non tornare indietro perché i problemi non si risolvono spostandoli da una zona all'altra;
        Che è stata trasmessa dal Comando VII Gruppo VV.UU. (con nota prot. 49619 del 24 novembre 2003) una relazione tecnica sulla nuova viabilità in cui si fornisce una valutazione positiva della sperimentazione sia in termini di fluidificazione del traffico, sia in termini di sicurezza pedonale nelle vie principali e secondarie, nella relazione vengono anche indicati alcuni correttivi da apportare sul sistema di viabilità secondaria via Rosati, via De Andreis, via Delleani;
        Che è stata trasmessa dall'UOT VII Municipio (con nota prot. 2828/P del 4 dicembre 2003) una nota sulla fattibilità di un'ipotesi di rotatoria su piazza de Cupis, che non la ritiene attuabile nell'attuale situazione dimensionale della carreggiata, perché senza contestuali allargamenti rappresenterebbe un ulteriore ostacolo al già difficoltoso deflusso veicolare, con motivazioni analoghe a quanto già espresso dai VV.UU. nella nota sopra citata;
        Che permane comunque una situazione di pesantezza del traffico nelle ore di punta su via De Pisis e via Tor Sapienza su cui occore intervenire con i correttivi proposti e con una migliore organizzazione della sosta;
        Che tale intensità di traffico di attraversamento nel quartiere di Tor Sapienza è causata soprattutto dai pesanti ritardi delle opere TAV di viabilità compensativa e da nuovi insediamenti nel quadrante Collatino approvati da Regione e Comune senza un'adeguata viabilità di collegamento con il resto della città;
        Che tale situazione è destinata a durare ancora alcuni mesi, visto che secondo il cronoprogramma e gli impegni assunti da TAV, entro la primavera dovrebbero essere completate importanti opere di viabilità che realizzerebbero una prima parte dell'anello esterno al quartiere con il sistema via Salviati – via dei Capretti e via Petiti – via Turano – via Costi, mentre dovrebbero essere avviate le opere su via De Chirico dopo lo sgombero dell'area interessata;
        Che tale conformazione di sensi unici su via Collatina e via Tor Sapienza non deve intendersi permanente, ma legata a questa situazione di emergenza e una volta cessata tale situazione nella primavera prossima può ripristinarsi immediatamente il doppio senso e che tutti gli studi progettuali per il contratto di quartiere devono prevedere la sistemazione di strada e marciapiedi per una viabilità a doppio senso su Via Tor Sapienza;

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO
CHIEDE

  1. di prorogare fino a diversa soluzione di cui al punto 5 gli attuali sensi unici su Via Collatina e Via Tor Sapienza per le motivazioni esposte in premessa, con un nuovo progetto che preveda modifiche direzionali sul sistema di viabilità secondaria Via Rosati, Via De Andreis, Via Delleani e una migliore organizzazione della sosta su Via Tor Sapienza;
  2. di impegnarsi a ripristinare il doppio senso su Via Tor Sapienza e Via Collatina non appena saranno consegnate le opere TAV sopra citate, il cui completamento è previsto entro la prossima primavera;
  3. di chiedere al Sindaco e agli Assessori competenti un intervento di sollecitazione e coordinamento per superare i ritardi da parte di TAV e dell'Amministrazione Comunale nella realizzazione di importanti oper di viabilità che consentirebbero in pochi mesi di creare un anello esterno al quartiere di Tor Sapienza ed essenziali opere di collegamento per gli abitanti dell'intero quadrante Est della periferia romana;
  4. di tener conto di un conformazione a doppio senso per tutte le progettazioni di sede stradale e marciapiede su via Tor Sapienza connesse al Contratto di quartiere;
  5. di istituire sin da martedì 9 Dicembre 2003 una Commissione Tecnica formata da Assessore preposto alla viabilità, UITS, dalla Direzione Tecnica e tecnici nominati dall'Associazione commercianti e Comitato di Quartiere per presentare una soluzione migliorativa sulla viabilità del quartiere. La soluzione concordata verrà proposta a votazione del Consiglio.


Non sorgendo ulteriori osservazioni su richiesta dei Consiglieri Vinzi Lorena, Ippoliti Tommaso, Mercuri Aldo, Curi Gaetano, Flamini Patrizio, Rossetti Alfredo il Presidente pone in votazione per appello nominale, il suesteso ordine del giorno nel suo testo integrato, chiarendo che chi risponde SI è favorevole e chi risponde NO è contrario.
Procedutosi alla votazione, nella forma sopra indicata, il Presidente medesimo, assistito dagli scrutatori, ne riconosce e proclama l'esito che è il seguente:
Hanno risposto SI i seguenti 13 Consiglieri: Berchicci Armilla, Bruno Rocco, Casella Candido, Conte Lucio, Fabbroni Alfredo, Galli Leonardo, Marinucci Cesare, Migliore Gabriele, Orlandi Antonio, Scalia Sergio, Tassone Giuseppe, Tozzi Stefano, Volpicelli Felice.
Hanno risposto NO i seguenti 7 Consiglieri: Curi Gaetano, Di Matteo Paolo, Flamini Patrizio, Ippoliti Tommaso, Mercuri Aldo, Rossetti Alfonso, Vinzi Lorena.
Approvato a maggioranza.