S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII


CONSIGLIO DEL 28 OTTOBRE 2003

RISOLUZIONE N. 26

Trasferimento competenze rimborsi ai datori di lavoro per le assenze degli Amministratori.

Premesso
        Che sono a carico dell'Amministrazione Comunale nei casi previsti dalla legge, gli oneri relativi al rimborso per le assenze dal posto di lavoro degli amministratori municipali dipendenti da privati o da enti pubblici economici;
        Che ai sensi della circolare n. 1387/96 del Dipartimento I – Decentramento i conseguenti atti amministrativi – elaborazione dei conteggi, relativi controlli, predisposizione delle Determinazioni Dirigenziali con l'impegno di spesa – sono sempre stati svolti dall'Area Trattamento Economico del citato Dipartimento I – Decentramento;
        Che con nota n. 91460 del 17.12.02, in contrasto con la suddetta procedura, la Regioneria Generale ha ritenuto di trasferire tali competenze ai Municipi con decorrenza 1 marzo 2003 senza fornire alcune indicazioni né attraverso circolari esplicative, né con appositi incontri di chiarimento:
        Che tale trasferimento di competenze è in netto contrasto con quanto previsto dalla Deliberazione del Consiglio Comunale n. 10/98 che regolamenta la materia stabilendo modalità e limiti;
        Che a seguito delle conseguenti rimostranze è in atto una copiosa corrispondenza tra i Dipartimenti ed i Municipi interessati senza che venga trovata una soluzione soddisfacente che risolva il problema;
Visto
        
Il parere favorevole della Commissione Personale espresso nella seduta del 16 ottobre 2003

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO

Consapevole delle difficoltà che il Municipio incontra per corrispondere alle pretese della Ragioneria Generale,
consapevole altresì che tali pretese si inseriscano in un quadro disordinato di trasferimenti di competenze ai Municipi senza il correlativo conferimento di personale e attrezzature;

RISOLVE

Di chiedere all'Assessore preposto alle Politiche delle Risorse Umane, di mettere in atto tutte le procedure affinché qualsiasi conferimento di funzione e compiti ulteriori rispetto a quelli attualmente esercitati dai Municipi possa avvenire esclusivamente nel rispetto delle procedure e delle condizioni stabilite dallo Statuto e dal Regolamento del Decentramento Amministrativo.

        Approvata all'unanimità.