S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DEL 27 NOVEMBRE 2003

RISOLUZIONE N. 29

ModalitÓ di indirizzo e di controllo del Consiglio sulle concessioni edilizie riguardanti nuove opere sul territorio di rilevante impatto ambientale.

Premesso
        Che con le modifiche legislative introdotte negli anni '90 e riconfermate dal nuovo Testo Unico sugli enti Locali, Ŕ stata ribadita una distinta competenza di indirizzo e controllo affidata alla parte politica e una competenza di gestione amministrativa attribuita agli Uffici amministrativi;
        Che in questo quadro legislativo le vecchie commissioni edilizie comprendenti i Presidenti delle Circoscrizioni e tre membri designati dal consiglio sono state sostituite da organismi tecnici, che rilasciano le concessioni edilizie dopo un esame tecnico amministrativo;
        Che tale procedura ha accelerato il rilascio di concessioni e la distinzione tra compiti politici ed amministrativi, ma spesso comporta il rilascio di concessioni di rilevante impatto ambientale sul territorio, senza che i Consigli dei Municipi possano fornire indirizzi sulle opere di viabilitÓ e di urbanizzazione accessorie;
        Che l'unico elemento di preavviso per la realizzazione di una nuova opera Ŕ rappresentato dalla quarta copia del progetto trasmesso all'UOT del Municipio in fase istruttoria, copia che non viene trasmessa al Presidente neanche in occasione di nuove opere sul territorio di rilevante impatto ambientale;

Considerato
        Che nel Municipio Roma VII Ŕ in costruzione un nuovo centro commerciale con oltre 5.000 mq di superficie di vendita e oltre 350 posti auto, in base ad una concessione edilizia rilasciata in area M2 di PRG, senza che il Municipio abbia potuto fornire indirizzi sulla viabilitÓ circostante, per adeguarla con gli oneri concessori dovuti, che ormai sono stati versati interamente dal proprietario.
        Che la viabilitÓ circostante e di accesso al centro Ŕ costituita di strade locali senza marciapiedi, mentre per Viale Alessandrino Ŕ in corso alla Regione Lazio la richiesta per la variante urbanistica per l'allargamento giÓ finanziato.

Visto
        
Il parere favorevole espresso dalla III Commissione nella seduta del 17 novembre 2003;

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO
RISOLVE

Di chiedere al Sindaco e agli Assessori competenti:

  1. di prevedere meccanismi che, nel rispetto delle norme in vigore, consentano ai Municipi di conoscere per tempo la realizzazione di nuove strutture di rilevante impatto sul territorio, per poter fornire i necessari indirizzi sulle opere di urbanizzazione collegate all'intervento;
  2. di prevedere finanziamenti di opere che consentano il miglioramento della viabilitÓ sulle strade limitrofe al centro, come via del Pergolato, via delle Ciliegie e via dell'Incoronata

Di chiedere al dirigente UOT del Municipio
La trasmissione immediata al Presidente del Municipio e alla Commissione competente di tutte le quarte copie di progetti inviati dal Dip.to IX e riguardanti nuove opere sul territorio di rilevante impatto ambientale e sulla viabilitÓ (come ad es. Centri Commerciali, Palazzi ad ufficio, agglomerati residenziali).


Approvata all'unanimitÓ nel suo testo modificato.