S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DEL 3 FEBBRAIO 2004


ORDINE DEL GIORNO N. 9

Riqualificazione dell'area davanti la scuola di Via Aretusa e tra la scuola e il tunnel ferroviario.

Premesso
        
Che dalla scheda d'intervento per la riqualificazione di Via Aretusa non si comprende se esso oltre la sistemazione del tratto di strada davanti la scuola, comprenda altre soluzioni;
        Che in tutte le trattative tra Comune e TAV, si è proposto la sistemazione a servizio per la scuola dell'area privata esistente tra la scuola e la via medesima;
        Che tale soluzione può mettere fine a un contenzioso che si trascina da anni tra i proprietari dell'area su cui si è obbligati a passare per entrare nella scuola, e l'amministrazione comunale che con la compensazione TAV metterebbe fine al contenzioso;
        Che i proprietari sono in attesa che questa soluzione più volte a loro presentata si realizzi;
        Che tra la scuola e il tunnel ferroviario si è sempre detto che si sarebbe realizzato un giardino, pensile, per mitigare l'immagine del cemento armato;
        Che questo giardino deve avere finalità didattiche per questo lo si è indicato come “giardino didattico”;
        Che tale giardino, dal lato dell'attuale via Sileno deve mitigare anche la presenza del futuro posteggio della stazione metropolitana, giardino didattico per ridare un senso al ruolo che la scuola deve avere, compromesso dalla situazione di disagio in cui oggi si è venuta a trovare, per la troppa vicinanza con il tunnel ferroviario e in futuro con la presenza della stazione metropolitana;

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO
CHIEDE

Al Sindaco di inserire nella scheda d'intervento per via Aretura, prevista come opera compensativa, la realizzazione del “giardino didattico” come opera di mitigazione tra la scuola e la linea ferroviaria, soluzione avanzata negli anni precedenti dal “117 Consiglio di Circolo” Massimo Troisi, e la sistemazione a posteggio più giardino dell'area privata da cui si accede alla scuola, mettendo fine ad un contenzioso che si trascina con i proprietari dell'area sin dal primo giorno in cui si è inaugurata la scuola.

        Procedutosi alla votazione, per alzata di mano, il Presidente, assistito dagli scrutatori, Galli Leonardo, Volpicelli Felice, Curi Gaetano, dichiara che l'Ordine del Giorno risulta approvato all'unanimità.
        Hanno partecipato alla votazione i seguenti Consiglieri:
Casella Candido, Conte Lucio, Curi Gaetano, Fabbroni Alfredo, Galli Leonardo, Ippoliti Tommaso, Liberotti Giuseppe, Marinucci Cesare, Migliore Gabriele, Orlandi Antonio, Scalia Sergio, Tassone Giuseppe, Tozzi Stefano, Volpicelli Felice.