S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII
CONSIGLIO DEL 22 OTTOBRE

ORDINE DEL GIORNO N. 24

“Rinnovo permessi di soggiorno”

Premesso che
        A partire da lunedì 30 settembre un gruppo di migranti ha iniziato uno sciopero della fame e un presidio permanente per il rinnovo dei permessi di soggiorno bloccati;
        Questo gruppo di migranti è sostenuto da un ampia rappresentanza delle comunità migranti di Roma: Comitato Immigrati in Italia a Roma; da Associazione Banghadesh, India, Pakistan, Cina; dall'Associazione romeni in Italia, dall'Associazione Albanese Iliria, dall'Associazione Latino-Americana “El Condor”, dall'Associazione senegalese “Sunugal”, da UmanGat (comunità filippina), da S.I.L.S.E., dalla Comunità ucraina, da Stranieri Uniti Sri Lanka, dall'Associazione Ital-Bangla, da lavoratori e lavoratrici etiopi, eritrei, marocchini, peruviani, rom, macedoni, G.C.R., Corrispondenze Metropolitane, Red Link e Associazione Dhuumcatu;
        La situazione dei permessi di soggiorno è ormai divenuta insostenibile: le persone in attesa di rinnovo sono 600.000 in tutta Italia di cui 67.000 solo a Roma;
        Impiegare più di un anno per ottenere il rinnovo del permesso di soggiorno comporta enormi difficoltà per quanto riguarda il mantenimento di una stabilità lavorativa; la stipula e il mantenimento dei contratti di affitto delle case; la possibilità di visitare i famigliari rimasti nei paesi di origine;

TANTO PREMESSO, IL CONSIGLIO MUNICIPALE DI ROMA VII
CHIEDE AL SINDACO E ALLA GIUNTA CAPITOLINA DI:

  1. ¯Intraprendere azioni forti e decise pressioni sul Ministero degli Interni e sul Presidente del Consiglio al fine di trovare una rapida soluzione a questa insostenibile situazione non degna di un paese civile;

  2. ¯Porsi quale mediatore e garante presso la Questura di Roma, affinché venga reso al più presto operativo un tavolo di concertazione con la Questura di Roma e vengano stabilite modalità e tempi stretti per risolvere la situazione romana;

  3. ¯Proporre e sostenere la propria candidatura per trasferire le pratiche relative al titolo di soggiorno presso l'Ente Locale e i Municipi subordinata all'attribuzione di adeguate risorse finanziarie e umane, liberando i migranti da questo insufficiente meccanismo burocratico.


Presenti 17 Votanti 17 Maggioranza 9
Voti Favorevoli 14 Voti Contrari 3
        Approvato a maggioranza
.