S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DEL 26 NOVEMBRE 2004

RISOLUZIONE N. 33

Realizzazione, Accessibilità e Gestione economica del Parco di Centocelle

Premesso
        Che ad aprile 2004 sono stati consegnati i lavori per realizzare sui primi 31 ettari del Parco di Centocelle le operazioni di bonifica, drenaggio, reti fognarie, irrigazioni, sentieri, sistemazione a verde, collocazione di panchine e recinzione;
         Che tali lavori per un importo complessivo di 1.642.000 € dovevano essere completati entro novembre 2004, ma sono stati interrotti ad ottobre dopo che la ditta incaricata ha lamentato ripetuti furti di attrezzature e materiale;
         Che occorre urgentemente riprendere il lavoro interrotto assicurando la necessaria vigilanza e favorendo la presenza di utenti anche con l'utilizzo pubblico di una parte dell'area ed è necessario recuperare in tempi brevi il ritardo accumulato in questi mesi;
         Che occorre fin da oggi lavorare per assicurare adeguati accessi al Parco e spazi a parcheggio, con la predisposizione prioritaria di attraversamenti pedonali che consentano l'accesso al Parco dal quartiere di Centocelle all'altezza di Piazza delle Camelie e di Viale della Primavera e del ponte sulla V. Casilina secondo il progetto vincitore del Concorso di idee patrocinato dall' Assessorato alle Periferie e dall'Università Roma Tre;
         Che, vista l'assoluta indisponibilità di risorse comunali per la manutenzione e custodia degli spazi verdi realizzati, occorre costruire un meccanismo di gestione economica delle attività di manutenzione e custodia, servizi igienici e strutture di incontro con l'intervento di soggetti sociali che svolgano attività compatibili con la vocazione ambientale, ricreativa, archeologica e turistica del Parco stesso;
         Che, vista la totale cancellazione dei fondi per Roma Capitale effettuata dalla precedente finanziaria, occorre oggi reperire i fondi necessari, per il recupero delle Ville Romane, che rappresentano un importante patrimonio archeologico per l'intera area del Parco;
         Che, nel rispetto della tutela del Parco e con l'obiettivo di realizzarlo e svilupparlo, occorre accelerare le procedure urbanistiche e di progettazione necessarie per completare l'acquisizione delle restanti aree del parco e individuare nuove collocazioni per le attività non compatibili con la vocazione ambientale, ricreativa e turistica del Parco stesso e con i vincoli archeologici.
         Che occorre ridefinire l'attuale piano di assetto del Parco in modo da consentire un equilibrio economico per la gestione dell'intera struttura, prevedendo, anche una struttura subcomunale di controllo pubblico sull'effettivo rispetto degli accordi stipulati con le realtà sociali che opereranno nel Parco.

Visto
il parere favorevole espresso dalla Commissione Urbanistica e dalla Commissione Ambiente nelle sedute del 10 e del l5 novembre 2004;
il parere favorevole espresso dalla Giunta del Municipio nella seduta del 25 Novembre 2004;

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO ROMA VII
RISOLVE

Di chiedere ai Sindaco e agli Assessori competenti
        di convocare una urgente riunione con la presenza del Municipio per garantire la ripresa dei lavori con le necessarie condizioni di sicurezza ed una verifica sui rispetto dei tempi effettivi di consegna dell'opera;
        di predisporre una serie di incontri del Municipio con gli assessori e le commissioni comunali competenti sia per conoscere i motivi che hanno determinato l'interruzione e il ritardo nei lavori sia per risolvere, prima del termine dei lavori, i problemi relativi all'accessibilità del Parco e alla gestione quotidiana delle aree attrezzate, con l'obiettivo di garantire un corretto utilizzo degli spazi;
        di assicurare il reperimento di appositi fondi per il recupero delle Ville Romane, il cui restauro era stato precedentemente finanziato con i fondi di Roma Capitale e di impegnare la Sovrintendenza Statale per il finanziamento e il restauro dell'Osteria di Centocelle;
        di avviare tempestivamente tutte le procedure necessarie per una ricollocazione delle attività non compatibili con la vocazione ambientale, ricreativa e turistica del Parco, nonché dei vincoli archeologici, attraverso il coinvolgimento diretto dei Municipio e degli Assessori competenti;
        di definire un nuovo piano di assetto del Parco che consenta un equilibrio economico per la gestione della struttura, attraverso attività compatibili con la vocazione ambientale, ricreativa, archeologica e turistica del Parco stesso, prevedendo, anche una struttura subcomunale di controllo pubblico sull'effettivo rispetto degli accordi stipulati con le realtà sociali che opereranno nel Parco.


        Hanno risposto SI i seguenti 14 Consiglieri: Berchicci Armilla, Bruno Rocco, Casella Candido, Conte Lucio, Fabbroni Alfredo, Galli Leonardo, Liberotti Giuseppe, Marinucci Cesare, Migliore Gabriele, Orlandi Antonio, Scalia Sergio, Tassone Giuseppe, Tozzi Stefano, Volpicelli Felice.
        Hanno risposto NO i seguenti 6 Consiglieri: Arena Carmine, Di Matteo Paolo, Flamini Patrizio, Ippoliti Tommaso, Mercuri Aldo, Vinzi Lorena.
        Astenuti: /
        La suddetta risoluzione risulta approvata a maggioranza nel suo testo integrato.