S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DEL 26 MAGGIO


ORDINE DEL GIORNO N. 9

Dismissione Immobiliare del Comune di Roma.

Premesso
        Che con la Delibera consiliare n. 139 del 12/01 il Comune di Roma dava avvio alla dismissione del proprio patrimonio immobiliare residenziale e non residenziale disponibile;
        Che con la Delibera consiliare n. 47 del 03/2003 il consiglio Comunale ha assunto la decisione di proseguire l'alienazione attraverso il procedimento di cartolarizzazione;
        Che il procedimento di cartolarizzazione prevede che a fine marzo del 2005 sia effettuato il trasferimento di proprietà degli immobili vendibili (esclusi quelli considerati in fascia tutelata) ad una società veicolo;
        Che con le Del. 139/01, Del. 650/01, Del. 221/04 è stata assunta la determinazione di concedere la facoltà di acquistare gli immobili, con le stesse modalità previste dalla Del. 139/01, agli utilizzatori senza contratto residenti da almeno 5 anni dalla data di adozione della citata Del. 139/01 in regola con il pagamento dei canoni e degli oneri accessori.
Nell'ipotesi che tali soggetti non esercitino il diritto di opzione si procederà a vendita mediante gara pubblica;
Che, come previsto dalla Del. 139/01, l'intera operazione di dismissione doveva essere portata a termine nel triennio 2001-2004;
Che in tale Delibera ai fini della determinazione del prezzo di vendita degli immobili non viene fissato un periodo temporale a cui far riferimento per l'intero patrimonio in dismissione, bensì si fa riferimento soltanto ai prezzi correnti di mercato, rilevati al momento delle valutazioni;
Che mai come in questi ultimi anni i prezzi stanno conoscendo aumenti senza soluzione di continuità;
Che con la Del. 221/04 al fine di perequare le condizioni di vendita e mitigare il notevole aumento dei prezzi causati dai ritardi delle operazioni di dismissione, sono stati introdotti altri sconti per l'acquisto in “blocco” delle unità immobiliari.

Premesso inoltre
        Che parte del patrimonio oggetto di dismissione è situato nel VII Municipio in zona Alessandrino – Quarticciolo (Via delle Ciliegie, Via Bisceglie, Via Giovinazzo, Via dell'Incoronata, Viale Alessandrino).
        Che per gli inquilini residenti in questa zona non è possibile usufruire degli sconti di blocco previsti dalla Del. 221/04 (nessun immobile è composto da più di 15 abitazioni);
        Che tali zone soffrono di un endemica carenza di servizi e sono caratterizzate da una condizione evidente di degrado ambientale;
        Che la quasi totalità degli inquilini residenti negli immobili è costituita da famiglie a basso reddito.

Considerato
        Che queste caratteristiche non sono state considerate nelle stime effettuate da Risorse per Roma che, anzi ha applicato nelle proprie valutazioni coefficienti moltiplicatori non giustificati.
        Che è consistente il numero degli utilizzatori senza contratto rientranti nelle fattispecie previste dalla Del. 139/01 (residenti ante dic. 1996);
        Che a tali soggetti, non potendo inserirsi in fascia tutelata, hanno come unica possibilità quella di acquistare l'appartamento dove vivono.

Considerato altresì
        Che in questi giorni gli utilizzatori rientranti nelle fattispecie previste dalla Del. 139/01 stanno ricevendo da Risorse per Roma comunicazione in cui vengono informati che la loro abitazione “è destinata alla vendita a terzi tramite procedura di evidenza pubblica” e vengono invitati ad esercitare l'opzione sull'appartamento entro e non oltre 10 giorni dal ricevimento della comunicazione stessa;
        Che per aderire all'acquisto è necessario versare una caparra confirmatoria del valore del 10% dell'immobile;
        Che in caso di successiva rinuncia da parte dell'inquilino detta caparra rimane incamerata da Risorse per Roma;
        Che per far fronte a questo impegno i conduttori ed in particolare gli utilizzatori senza contratto sono costretti a reperire in tempi brevi, sul mercato e purtroppo anche al di fuori di questo, somme abbastanza rilevanti.

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO
IMPEGNA

Il Presidente del Municipio Roma VII
Ad attivarsi presso la Commissione Comunale e l'Assessorato competenti affinché i procedimenti di vendita vengano modificati in considerazione di quanti rilevato nel presente Ordine del Giorno:

¨Garantendo anche agli utilizzatori che si trovano nelle condizioni previste dalla Del. 139/01 la possibilità di inserirsi in fascia tutelata.

¨Considerando nelle stime lo stato di particolare degrado della zona con applicazione di un opportuno coefficiente riduttivo.

¨Chiedendo una proroga delle attuali scadenze in attesa di definire le questioni sopra esposte.



        Approvato all'unanimità nel suo testo integrato.