S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DEL 1° MARZO 2005

RISOLUZIONE N. 7

Fondi di piccola manutenzione degli edifici scolastici


Premesso
                
Che i Dirigenti Scolastici possono gestire direttamente fondi per i lavori di piccola manutenzione ordinaria e di pronto intervento degli edifici stessi di competenza comunale, ai sensi del protocollo d'intesa del 7.6.95 fra il Comune di Roma e il Provveditorato agli Studi di Roma (ora Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio).
                Che i fondi assegnati vengono rapportati al numero delle classi di scuola elementare e media e del numero delle sezioni di scuola materna sia comunale che statale.
        Constatato che tali contributi, anche se insufficienti, consentono comunque ai Dirigenti Scolastici di far fronte a situazioni contingenti di modesta entità sia economica che di competenza specifica, non gravando sull'Ufficio Tecnico del Municipio con continue e pressanti richieste per i suddetti piccoli interventi di manutenzione;
        Accertato che i relativi fondi sono assegnati alle Scuole solo al termine dell'anno finanziario di competenza e che tale ritardo negli adempimenti dei vari Uffici preposti (Dipartimento XII, UOT, UOSECS, Ragioneria) non consente ai Dirigenti Scolastici di avere certezza in tempo utile dei fondi disponibili e dei conseguenti impegni di spesa;
        Verificato che i fondi per l'anno 2004 sono stati drasticamente ridotti alle scuole materne, quasi invariati alle medie e non assegnati alle elementari;        

Visto il parere favorevole espresso dalla Commissione Scuola e Cultura nella seduta dell' 8 Febbraio 2005;
Visto il parere favorevole all'unanimità della Giunta del Municipio nella seduta del 22 Febbraio 2005;

IL CONSIGLIO DEL VII MUNICIPIO
RISOLVE

Di chiedere al Sindaco ed all'Assessore preposto ai Lavori Pubblici ed all'Assessore preposto alle Politiche Educative, l'adozione dei provvedimenti di competenza sia per l'incremento dei fondi indispensabili per la piccola manutenzione degli edifici scolastici, sia per l'assegnazione dei medesimi in tempi congrui per non vanificare gli impegni assunti con il protocollo d'intesa fra l'Amministrazione Comunale e le Istituzioni Scolastiche.


        Approvata all'unanimità