SERGIO SCALIA
Dal Municipio Roma V (ex VII)
ELETTROSMOG
Il Municipio Roma 7 è uno dei pochi Municipi che aveva costituito la Consulta dell'elettrosmog, uno strumento di partecipazione per il controllo e l'iniziativa dei cittadini sull'inquinamento elettromagnetico. La Consulta è stata istituita con Deliberazione n. 18 del 17 maggio 2002 e regolamentata con la Deliberazione n. 31 del 12 luglio 2002. Nella prima seduta è stato eletto Presidente della Consulta il Sig. Piero Pesce. Il Municipio ha incaricato una società specializzata di effettuare un monitoraggio ambientale con mappature dei campi elettromagnetici ad alta e bassa frequenza sul territorio ed i risultati di tale monitoraggio sono stati presentati a luglio 2002. Per approfondire alcune situazioni particolari e per realizzare una vera e propria mappatura del territorio si sta predisponendo un ulteriore ricerca a spese del Municipio. Col recente Decreto Gasparri (Decreto Legislativo 4 settembre 2002, n. 198), sono state tolti ai comuni e alle associazioni quasi tutti gli strumenti che consentivano una programmazione e un controllo sulla installazione di nuove antenne di telefonia. Infatti tale Decreto, per favorire la liberalizzazione nel settore delle telecomunicazioni e consentire a tutti gli operatori di installare in tempi brevi le proprie reti, definisce "infrastrutture strategiche" le reti e gli impianti di comunicazione, che possono essere installati ovunque, anche in deroga agli stumenti urbanistici. Quindi per installare una nuova antenna o potenziarne una esistente non serve più una concessione edilizia, ma basta una DIA (Dichiarazione di Inizio Attività), a cui sono allegate dichiarazioni giurate sull'inesistenza di pericoli per superamento dei limiti di inquinamento, che restano, seppure più elevati, gli unici parametri che possono limitare nuove installazioni. Con la sentenza n. 303 del 23/9/2003 la Corte Costituzionale ha riconosciuto fondati i rcorsi presentati dalle regioni e dai comuni, tra cui quello di Roma ed ha condizionato l'installazione delle antenne ai piani predisposti dagli enti locali. Per fornire un servizio utile ai cittadini e alle associazioni interessate si mettono a disposizione i testi delle normative più recenti che riguardano il problema dell'elettrosmog:
Legge quadro sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici.          
Approvazione della sperimentazione di una `Rete di monitoraggio in continuo dei CEM - campi elettromagnetici` ed approvazione della messa a disposizione di aree ed immobili pubblici per l`installazione di apparati ricetrasmittenti a garanzia dei soggetti
Recepimento ed approvazione del Protocollo d`Intesa per un programma di riqualificazione degli impianti di telefonia mobile (Stazione Radio Base - SRB) e di controllo dei livelli di esposizione ai  campi elettromagnetici nel Comune di Roma.
Disposizioni volte ad accelerare la realizzazione delle infrastrutture di telecomunicazioni strategiche per la modernizzazione e lo sviluppo del Paese, a norma dell'articolo 1, comma 2, della legge 21 dicembre 2001, n. 443
Sentenza della Corte Costituzionale 303/2003