S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DELL'8 LUGLIO 2008

MOZIONE N. 7

Riapertura Commissariato di P.S. di Centocelle

Premesso
        Che la situazione odierna relativamente al problema della sicurezza in una città come Roma è da considerare a rischio, in quanto non si vive in uno stato di tranquillità e di serenità;
        Che, in questo contesto, dove a livello istituzionale, la sicurezza è particolarmente sentita al punto di parlare di armamento della Polizia Municipale e di prevedere per un prossimo futuro anche un dispiego di militari ed installazione di videocamere;

Considerato
        Che è notizia di questi giorni la chiusura del Commissariato di Centocelle, in Via dei Gelsi n. 12, dopo 50 anni di attività, a seguito del decreto di sgombero firmato sei mesi fa, ed annunciato in una nota dalla Ugl ministeri;
        Che in contrasto con quanto in premessa, anziché incrementare posti di Polizia se ne chiude uno in un quartiere ove ci sono 120 mila abitanti, che costituiva e rappresentava comunque, un punto di riferimento;
        Che con l'ordine del giorno n. 18 il Consiglio Municipale nella seduta del 5 Settembre 2003, in considerazione del fatto che erano in corso trasferimenti di competenze dal Commissariato di Via dei Gelsi al Commissario di via Roberto Lepetit, zona Tor Tre Teste, veniva chiesto di riesaminare la volontà del trasferimento e di rafforzare le misure di sicurezza con controlli più costanti su tutto il territorio del Municipio;

Per le motivazioni sopra esposte

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO ROMA VII

Impegna il Presidente e la Giunta municipale, a farsi promotori presso il Sindaco di Roma, e gli organi compenti affinché siano adottati, in tempi brevi, appositi provvedimenti per promuovere la riapertura del Commissariato Centocelle al fine di garantire la sicurezza, la protezione nonché l'incolumità della cittadinanza.


        Approvata all'unanimità con 8 astenuti (Figliomeni Francesco, Paoletti Sergio, Vinzi Lorena, Tedesco Cheren, Corsi Emiliano, Di Matteo Paolo, Ciocca Giulio e Mercuri Aldo).