S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DEL 7 OTTOBRE 2008

MOZIONE N. 17

Emergenza abitativa

Premesso
        Che l'emergenza abitativa nella città di Roma interessa circa 30 mila nuclei familiari già ammessi alla graduatoria ERP, con 7 mila sentenze di sfratto emesse dal Tribunale, di cui più di 3 mila in esecuzione allo scadere della proroga prevista per il 15 ottobre 2008;
        Che tale proroga prevedeva per i Comuni a forte densità abitativa l'adozione di un piano per l'edilizia economica e popolare entro 60 giorni dalla pubblicazione;
        Che le procedure di sfratto dei nuclei familiari avvengono per finita locazione e morosità;
        Che gli occupanti senza titolo degli immobili appartenenti ad Enti Previdenziali Pubblici, sono impossibilitati ad accedere, in quanto famiglie monoreddito, al canone del libero mercato immobiliare o all'erogazione del mutuo;

Considerato
        Che anche nel territorio del Municipio Roma VII è molto forte il disagio sociale legato alla questione abitativa;
        Che la pesante situazione di incertezza che stanno vivendo 18 famiglie occupanti senza titolo degli alloggi INPDAP di Via Federico Turano 61 nel quartiere La Rustica, è una delle tante testimonianze di questa grave situazione;
        Viste le rivendicazioni per l'emergenza abitativa dei cittadini nel corso del Consiglio del Municipio del 23 settembre 2008;

Considerato altresì
        Che l'Ente Previdenziale INPDAP ha avviato agli inizi di settembre per il suddetto stabile di Via Federico Turano le procedure di cartolarizzazione e vendita all'asta, senza alcuna regolamentazione, determinando come conseguenza la perdita dell'alloggio da parte dei 18 nuclei familiari;

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO ROMA VII
Per le motivazioni esposte
IMPEGNA

il Presidente del Municipio ad intervenire, nei confronti del Sindaco ed Assessore competente affinchè vengano predisposti, in coordinamento con la Regione Lazio ed il Governo Nazionale, interventi e misure atte a fronteggiare l'aggravarsi dell'emergenza abitativa, in primo luogo con la proroga del blocco degli sfratti, soprattutto nei Municipi dove il fenomeno è più grave ed è più elevato il numero di sfratti;
Di chiedere al Sindaco di farsi interprete nei confronti dell'INPDAP delle esigenze delle 18 famiglie censite occupanti gli alloggi di Via Federico Turano 61, affinché vengano equiparate, come agevolazioni, agli inquilini assegnatari o in alternativa, se ciò non fosse possibile, regolarizzare la posizione attraverso un canone concordato in base al reddito, garantendo così soprattutto anziani e bambini nel proprio contesto sociale.

Approvata all'unanimità nel suo testo emendato.