S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DEL 17 OTTOBRE 2008

MOZIONE N. 19


Solidarietà a Roberto Saviano

Premesso
        Che Roberto Saviano è un giornalista e scrittore italiano che usa la letteratura e il reportage per raccontare la realtà economica, il territorio e l'impresa della camorra e della criminalità organizzata in genere;
        Che nel 2006 in seguito al successo del “romanzo-nofiction” Gomorra, fortemente accusatorio nei confronti delle attività camorristiche, ha subito pesanti minacce, confermate da dichiarazioni di collaboratori di giustizia e informative che hanno svelato il progetto di eliminarlo da parte del clan dei Casalesi;
        Che Saviano, giovane di ventinove anni, in seguito all'uscita del libro ha visto stravolgere la sua vita essendo entrato come bersaglio nel clan dei Casalesi che lui stesso ha descritto e non gli è più permesso, in seguito alle minacce di morte ricevute, condurre una vita normale come quella dei suoi coetanei;

Considerato
        Che dopo le indagini dei Carabinieri di Napoli l'allora Ministro dell'Interno Giuliano Amato gli ha conferito una scorta e lo ha cautelativamente trasferito lontano da Napoli e vive sotto scorta dal 13 ottobre 2006;
        Che il vice Capo della Polizia Nicola Cavaliere ha dichiarato che “Saviano è sicuramente a rischio e in prima linea e va difeso”
        Che il Consiglio del Municipio Roma VII esalta il coraggio e la verità e deplora l'intimidazione, la violenza e la mafia tutta;

per le motivazioni sopra esposte
IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO ROMA VII
IMPEGNA

Il Presidente del Municipio a farsi promotore presso il Sindaco di Roma, affinché vengano programmate iniziative a livello cittadino, volte ad evidenziare la piena solidarietà al giovane scrittore a ribadire che la criminalità organizzate è una piaga intollerabile e la Repubblica Italiana mai potrà piegarsi a chi vuole un Paese corrotto e assassino.

Approvata all'unanimità.