S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DEL 28 NOVEMBRE 2008

MOZIONE N. 28

“Interventi per favorire l'integrazione alle persone diversamente abili”

Premesso
- che l'art. 3 della Costituzione Italiana sancisce che tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla Legge, senza distinzione di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali;
- che uno degli aspetti salienti di una moderna società civile è rappresentato dallo sviluppo di politiche finalizzate all'integrazione ed inclusione di tutti i cittadini nella vita sociale della comunità locale, in primo luogo delle persone diversamente abili
- che, nonostante nel corso degli ultimi anni, la normativa a tutela dei disabili abbia avuto uno sviluppo a livello nazionale e locale, con l'acquisizione di diritti ed opportunità e parallelamente sia cresciuta nella coscienza civile l'importanza dell'integrazione, necessitano comunque ulteriori passi in avanti per superare ingiustificati pregiudizi e colmare lacune per il pieno riconoscimento di diritti fondamentali;

Considerato
- che permangono pesanti ostacoli per le persone disabili nell'accedere ai servizi in generale e come ha dimostrato la grave vicenda di discriminazione avvenuta a Roma nel mese di febbraio, anche nel mercato delle locazioni immobiliari, fu negata infatti l'assegnazione di appartamenti in affitto a ragazzi portatori di handicap da parte di società immobiliari;

Considerato altresì
- che, sono stati solo parzialmente realizzati i progetti di abbattimento delle barriere architettoniche finalizzati ad una più forte integrazione ed una maggiore autonomia ed indipendenza delle persone disabili
- Che è necessario implementare le ragioni dell'incontro e del confronto in riferimento ai principi della legge 104/92 in materia di assistenza, integrazione sociale e diritti dei disabili

IL CONSIGLIO DEL MUNICIPIO ROMA VII
Per le motivazioni sopra esposte
Impegna il Presidente del Municipio e l'intera Giunta

- ad intervenire nei confronti del Sindaco affinchè vengano adottate misure finalizzate a rimuovere gli ostacoli che limitano l'inclusione dei cittadini diversamente abili, la loro libertà personale e l'effettiva partecipazione alla vita dell'organizzazione sociale.
- In particolare, interventi che tutelino i disabili da discriminazioni nel mercato immobiliare degli affitti da parte di istituti ed agenzie;
- adeguati stanziamenti nel bilancio 2009 di fondi destinati alla realizzazione di progetti per l'abbattimento di barriere architettoniche.

Approvata all'unanimità.