S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII

CONSIGLIO DEL 13 MARZO 2009

ORDINE DEL GIORNO N. 4

Bilancio 2009 “Riformulazione della spesa corrente e delle entrate”

Premesso
Che l'attuale maggioranza di centro sinistra è in linea con la proposta di bilancio concordata con la Giunta presieduta dal Presidente Mastrantonio, proposta aderente al programma per il quale i cittadini ci hanno accordato una ulteriore fiducia;

Considerato
Che il documento pervenuto dall'Amministrazione centrale è stato formulato in violazione del regolamento di contabilità del Comune di Roma e del regolamento sul decentramento, visto che non è stato consentito al Municipio l'esercizio del diritto/dovere istituzionale che prevede di poter presentare una relazione di previsione, attraverso la quale vengono valutati i bisogni del nostro territorio e quindi, pur nella misura delle risorse assegnate, dare le necessarie risposte;
Che si rileva la contraddittorietà del documento di programmazione finanziaria che viene smentito dalle scelte operate attraverso l'assestamento e la proposta di bilancio di previsione;
Che questa proposta di bilancio, costruita in assenza delle relazioni previsionali dei Municipi, viene formulata non sulla base della spesa storica e dell'assestamento e quindi sulla spesa consolidata del 2008, ma sulla rendicontazione del 2007;

Considerato altresì
Che la costruzione di questa proposta avviene in un quadro in cui viene annunciato dal Sindaco che il bilancio del Comune di Roma è ormai in una condizione di sostanziale equilibrio e che quindi si può pensare ad un nuovo modello per la città;
Che tale modello di città dovrebbe prevedere una nuova fase di decentramento, mentre si rilevano numerosi segnali della non considerazione del ruolo dei Municipi e conseguentemente del decentramento non come qualcosa che aiuta a governare ma come un vincolo, come un orpello, come un impaccio;
Che la proposta di bilancio è piena di questi segnali e che negli ultimi dieci mesi abbiamo verificato come non sia stato possibile programmare gli interventi necessari ma solo pensare al quotidiano e all'emergenza, prima per effetto della gestione commissariale, poi per l'enorme ritardo e per il modo con cui è avvenuta l'approvazione dell'assestamento di bilancio e infine da gennaio 2009 per la gestione attraverso l'esercizio provvisorio;

Tenuto conto
Che nonostante siano stati concessi alla città ben 50 milioni di euro e che ci sono a disposizione le risorse per Roma Capitale, le risorse messe a disposizione dal Governo e dalla Regione Lazio per l'emergenza nomadi, le risorse per il piano casa messe a disposizione dalla Regione Lazio, nonché la deroga al rispetto del patto di stabilità interna, viene ancora utilizzata la polemica dei buchi di bilancio del Comune di Roma, per poter giustificare una proposta di bilancio che taglia le risorse ai Municipi, che non sarà in grado, se approvata così come proposto dalla Giunta Comunale, di rispondere a quelle che sono le esigenze della città nemmeno a politiche invariate;
Che il rendiconto per l'anno 2007 nel nostro Municipio è stato di 12.165.789,95 euro, nel 2008 14.360.418,55 e per il 2009 ci viene proposto un importo pari a 12.342.667,85 e che quindi ciò significa che rispetto all'anno corrente il nostro Municipio sarebbe privato di circa due milioni euro;
Che i tagli sono operati nell'ambito della spesa sociale, della spesa culturale, della spesa riferita allo sport e della manutenzione del verde, attività nelle quali è maggiore l'azione di intervento di una istituzione di frontiera come è un Municipio di periferia e che tali risorse rappresenterebbero alcune risposte sociali ai cittadini che sempre più avvertono il peso di una gravissima crisi economica;

Visto
Che la proposta di bilancio non prevede le annunciate ed indispensabili maggiori risorse per lo sviluppo e gli investimenti, per le politiche sociali e le famiglie, per l'infanzia e lo sport;

Esprime

Parere contrario alla proposta di bilancio 2009 pervenuta dalla Giunta Comunale

Chiede
Al Presidente del VII Municipio di trasmettere alla Giunta Capitolina una proposta di bilancio che includa quanto previsto nel documento della Giunta del Municipio.

Approvata all'unanimità con 7 Astenuti (Figliomeni Francesco, Paoletti Sergio, Rossetti Alfonso, Tedesco Cheren, Corsi Emiliano, Ciocca Giulio, Mercuri Aldo.