S.P.Q.R.
COMUNE DI ROMA
MUNICIPIO ROMA VII 

CONSIGLIO DEL 7 FEBBRAIO 2012

MOZIONE N. 2

10 febbraio “Giornata del Ricordo” in memoria delle vittime delle foibe, dell'esodo Giuliano-Dalmata e delle vicende del confine orientale.

Premesso che
Con la legge n. 92 del 30 marzo 2004 il Parlamento italiano ha istituito il 10 febbraio quale “Giorno del ricordo” al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale;
Nella stessa giornata sono previste, per legge, iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado ed è altresì favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende;
L'occupazione jugoslava, che a Trieste durò quarantacinque giorni, fu causa non solo del fenomeno delle foibe, ma anche delle deportazioni nei campi di concentramento jugoslavi di popolazioni inermi; in Istria, a Fiume e in Dalmazia, invece, questa la repressione jugoslava costrinse oltre 300 mila persone ad abbandonare le loro case per fuggire dai massacri e poter mantenere la propria identità italiana;

IL CONSIGLIO DEL VII MUNICIPIO

IMPEGNA IL PRESIDENTE DEL VII MUNICIPIO E IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO


  1. ·A celebrare adeguatamente la ricorrenza del 10 febbraio, e nella seduta del 10 febbraio già convocata, far iniziare tale seduta con l'inno di Mameli.
  2. ·A coinvolgere le scuole in iniziative volte a sensibilizzare gli alunni sul tema della giornata del ricordo.
  3. ·Ad illuminare la Sala del Consiglio del Municipio Roma VII lasciando le luci accese in segno di partecipazione dell'Amministrazione.
  4. ·A listare a lutto la bandiera italiana della sede di Via G. Perlasca


Approvata all'unanimità.