7 Maggio 2021

Sergio Scalia

Dal Municipio Roma V

I COLLEGI ELETTORALI DOPO IL REFERENDUM

Il Consiglio dei Ministri del 18 dicembre 2020 ha approvato i nuovi collegi elettorali per l’attuale legge elettorale semi-maggioritaria (Rosatellum) alla luce dei risultati del Referendum, che ha ridotto di circa 1/3 il numero dei parlamentari, portando da 630 a 400 il numero dei deputati e da 315 a 200 il numero dei senatori. La definizione dei collegi è stata effettuata su proposta di una commissione tecnica presieduta dal Presidente dell’ISTAT su cui si sono poi espresse le competenti Commissioni parlamentari.

In assenza di una nuova legge elettorale , che ancora non riesce a vedere luce, si voterebbe con l’attuale legge elettorale semi-maggioritaria, che assegna una parte degli eletti con collegi uninominali e una parte in modo proporzionale nei collegi plurinominali. Vediamo nel dettaglio cosa cambia per il numero e la delimitazione dei nuovi collegi elettorali nella Regione Lazio.

I nuovi Collegi elettorali per la Camera nel Lazio

Dopo il Referendum, il numero dei Deputati nel Lazio si riduce da 21 a 14 nei Collegi uninominali e da 37 a 22 nei collegi plurinominali.
Per l’elezione della Camera dei deputati la regione Lazio è suddivisa in due circoscrizioni: la circoscrizione Lazio 1, che comprende il comune di Roma e 84 comuni della città metropolitana di Roma Capitale; la circoscrizione Lazio 2, che comprende l’intero territorio delle province di Viterbo, Rieti, Latina e Frosinone, nonché 36 comuni della città metropolitana di Roma Capitale.

Circoscrizione Camera Lazio 1

Nella Circoscrizione Lazio 1 i 9 Collegi elettorali uninominali comprendono in media 402.000 abitanti e sono così articolati:

• Il collegio n. 1 (Roma, I-II Municipio) è il primo dei 7 collegi in cui è stata ripartita la capitale ed è costituito aggregando al territorio dei Municipi I e II anche le zone urbane di Ostiense, Valco San Paolo e Garbatella (appartenenti all’VIII Municipio). L’area interessata ricopre quindi gran
parte del centro della capitale e, oltre appunto al centro storico, va dai quartieri più a est di Trieste, Nomentano e Tiburtino, a rioni più a ovest di Trastevere e Testaccio, e dai quartieri a nord Della Vittoria e Villaggio Olimpico fino a quello a sud di Ostiense.
• Il collegio n. 2 (Roma, III-IV Municipio) è il risultato dell’accorpamento di due Municipi della capitale, il III e il IV, e interessa l’area prevalentemente a nord est del centro città fino a confinare con i comuni di Riano e Monterotondo a nord. Tra gli altri, i principali quartieri interessati sono i periferici Bufalotta verso nord, Case Rosse verso est ed i semicentrali Montesacro e Collatino.
• Il collegio n. 3 (Roma, V-VI Municipio) aggrega i Municipi V e VI, situati nel quadrante est del territorio capitolino. Fra i popolosi quartieri coinvolti vi sono il Prenestino-Labicano, collocato più centralmente e i periferici Torre Angela e Borghesiana; si segnala che il territorio del collegio interessa anche l’area estremamente decentrata di San Vittorino, ai confini con diversi comuni laziali, dei quali il più distante geograficamente è Castel San Pietro Romano.
• Il collegio n. 4 (Roma, VII-VIII Municipio – Ciampino) è composto dal territorio dei Municipi VII e VIII (da quest’ultimo sono escluse le zone urbane Ostiense, Valco San Paolo e Garbatella), della zona sud est del comune di Roma, ai quali è stato aggregato il comune di Ciampino. Per
quanto riguarda la capitale le zone interessate sono, tra le altre, la centrale San Giovanni e, orientativamente, quelle dei quartieri che si sviluppano lungo il percorso delle strade consolari Appia Nuova e Tuscolana.
 Il collegio n. 5 (Roma, IX-X Municipio – Pomezia) riunisce la parte più meridionale di Roma e per la precisione i Municipi IX e X, ai quali è stato accorpato il comune di Pomezia, sulla costa laziale. Le zone interessate da questa aggregazione vanno dalla semicentrale EUR, passando per Torrino e Cecchignola, fino a giungere al Lido di Ostia, che sbocca sul litorale romano.
 Il collegio n. 6 (Roma, XI-XII Municipio – Fiumicino) aggrega i due Municipi XI e XII, collocati nel quadrante ovest del comune capitolino, ai quali è stato aggregato il comune di Fiumicino, il cui vasto territorio è situato in gran parte sul litorale. Rientrano in questo collegio, tra gli altri, i quartieri romani semicentrali di Monteverde, Portuense e Gianicolense, ma anche i più periferici Pisana e Ponte Galeria.
 Il collegio n. 7 (Roma, XIII-XIV-XV Municipio) riunisce il territorio di 3 Municipi di Roma, il XIII, il XIV e il XV, collocati nel quadrante nord occidentale. Le popolose zone di Balduina, Primavalle e Aurelio, oltre a quelle di Tor di Quinto e Farnesina, sono quelle più prossime alla zona centrale del comune di Roma; più defilate e periferiche si trovano, tra le altre, Casalotti, Osteria Nuova e Cesano.
• Il collegio n. 8 (Velletri) è il primo dei due collegi della circoscrizione Lazio 1 che non coinvolge aree del comune di Roma. Questa ipotesi prevede l’aggregazione di 18 comuni della città metropolitana di Roma Capitale, che interessano il territorio laziale in parte a sud est nell’area attorno al Parco dei Castelli romani, dove si trova il più popoloso Velletri, e in parte sul litorale, dove si trovano Anzio e Nettuno.
• Il collegio n. 9 (Guidonia Montecelio) è l’altro collegio costituito esclusivamente mediante l’accorpamento di comuni della città metropolitana capitolina, di cui interessa 63 località laziali collocate prevalentemente nell’area a est di quest’ultima. Per numero di residenti i comuni principali sono Guidonia Montecelio, Tivoli e Fonte Nuova.

Nella circoscrizione sono stati costituiti 3 collegi elettorali plurinominali per l’attribuzione con metodo proporzionale dei restanti 15 seggi; in ogni collegio sono attribuiti 5 seggi a fronte di una popolazione media di 1.200.000 abitanti per collegio. In particolare questi collegi sono:
• Il collegio plurinominale n. 1 è composto dal territorio dei collegi uninominali Camera Lazio 1, n. 1, n. 2 e n. 7, tutti nell’ambito del territorio del comune di Roma.
• Il collegio plurinominale n. 2 è composto dal territorio dei collegi uninominali Camera Lazio 1 n. 3, n. 4 e n. 9, i primi due interessano il territorio del comune di Roma (più il comune di Ciampino), ai quali sono stati aggregati i 63 comuni del collegio uninominale n. 9, che si trovano nel territorio della città metropolitana di Roma Capitale.
 Il collegio plurinominale n. 3 è composto dal territorio dei collegi uninominali Camera n. 5, n. 6 e n. 8, che interessano parte del comune di Roma (zona sud ovest) e 20 comuni della città metropolitana capitolina.

collegi elettorali

Circoscrizione Camera Lazio 2

Nella circoscrizione Lazio 2 sono assegnati 12 seggi, di cui 5 uninominali. La circoscrizione è costituita dai territori delle province di Viterbo, Rieti, Latina e Frosinone, nonché 36 comuni della città metropolitana di Roma Capitale.

In particolare i 5 Collegi elettorali uninominali comprendono in media 375.000 abitanti e sono così articolati:
 Il collegio n. 1 (Viterbo) aggrega il territorio di 54 comuni, di cui 48 appartengono alla provincia di Viterbo (la quasi totalità, ad eccezione di 12 comuni inclusi nel collegio n. 2) e 6 comuni della città metropolitana di Roma Capitale, collocati a nord di Roma. Il territorio del collegio si sviluppa nella parte nord della regione laziale e oltre al più popoloso comune di Viterbo, include tra gli altri anche i comuni di Civitavecchia, Ladispoli e Cerveteri.
• Il collegio n. 2 (Rieti) interessa il territorio delle province di Rieti e Viterbo e della città metropolitana di Roma Capitale, per un totale di 115 comuni, collocati orientativamente nella parte nord est della regione. Appartengono a questa aggregazione elettorale tutti i 73 comuni della provincia di Rieti, dei quali il capoluogo è il più popoloso; vi sono poi i restanti 12 comuni della provincia di Viterbo non inclusi nel collegio n. 1, tra i quali si segnala Civita Castellana ed infine 30 comuni della città metropolitana romana, tra i quali Monterotondo è quello con più residenti.
 Il collegio n. 3 (Latina), collocato nella parte meridionale del territorio laziale, aggrega 17 comuni della provincia di Latina, tra i quali, oltre al capoluogo omonimo, annovera anche i popolosi Aprilia e Cisterna di Latina.
 Il collegio n. 4 (Frosinone) è composto dal territorio di 60 comuni della provincia di Frosinone, tra i quali per residenti si segnalano il capoluogo, Alatri e Sora.
 Il collegio n. 5 (Terracina) riunisce la parte più meridionale del territorio regionale ed aggrega i restanti comuni delle provincie di Latina (16) e Frosinone (31) non inclusi negli altri collegi. Per numero di residenti si segnalano tra gli altri Cassino e Terracina.

Nella circoscrizione sono stati costituiti 2 collegi elettorali plurinominali con una popolazione media di 940.000 abitanti per l’attribuzione con metodo proporzionale dei restanti 7 seggi. In particolare tali collegi sono:
• Il collegio plurinominale n. 1 è composto dal territorio dei collegi uninominali Camera Lazio 2 n. 1 e n. 2, posti a nord della capitale, e interessa integralmente il territorio delle provincie di Viterbo e Rieti e parte di quello della città metropolitana di Roma Capitale.
• Il collegio plurinominale n. 2 è composto dal territorio dei collegi uninominali Camera Lazio 2 n. 3, n. 4 e n. 5, e aggrega per intero le provincie di Frosinone e Latina.

collegi elettorali

I nuovi Collegi elettorali per il Senato nel Lazio

Dopo il Referendum, il numero dei Senatori nel Lazio si riduce da 10 a 6 nei Collegi uninominali e da 18 a 12 nei collegi plurinominali.

Nella regione sono costituiti 6 collegi elettorali uninominali con una popolazione media di 917.000 abitanti, articolati nel modo seguente:
• Il collegio n. 1 (Viterbo) aggrega il territorio dei collegi uninominali Camera Lazio 2 – 01 e Lazio 2 – 02, per un totale di 169 comuni, di cui tutti quelli delle province di Viterbo (60) e Rieti (73) e 36 posti a nord della città metropolitana di Roma capitale.
• Il collegio n. 2 (Roma I-II-XI-XII-XIII-XIV-XV Municipio), si sviluppa unicamente sull’area comunale di Roma ed aggrega il territorio dei collegi uninominali Camera Lazio 1 – 01 e Lazio 1 – 07 e la parte del collegio Camera Lazio 1 – 06 che interessa il territorio della capitale (è escluso quindi il comune di Fiumicino). È incluso nel collegio quasi tutto il centro città.
 Il collegio n. 3 (Roma III-IV-V-VI Municipio), interessa esclusivamente il territorio della capitale ed è collocato nella sua parte orientale, il suo territorio corrisponde a quello dei due collegi uninominali Camera Lazio 1 – 02 e Lazio 1 – 03.
• Il collegio n. 4 (Roma VII-VIII-IX-X Municipio – Fiumicino), è composto dal territorio dei collegi uninominali Camera Lazio 1 – 04 e Lazio 1 – 05 (escluso il comune di Pomezia), che si sviluppano nell’ambito del comune di Roma, ai quali è aggregato il comune di Fiumicino (oltre la Capitale, sono quindi complessivamente 2 i comuni aggregati, Ciampino e Fiumicino).
• Il collegio n. 5 (Guidonia Montecelio) riunisce il territorio dei collegi uninominali Camera Lazio 1 – 08 e Lazio 1 – 09, ed il comune di Pomezia. la parte più meridionale del territorio regionale ed aggrega quindi i restanti 82 comuni della città metropolitana di Roma capitale, tra i quali, oltre a quello da cui deriva la definizione del collegio, si segnalano Pomezia, Tivoli e Velletri.
• Il collegio n. 6 (Latina) riunisce tutti i 124 comuni delle provincie di Latina (33) e Frosinone (91), e corrisponde al territorio di 3 collegi uninominali Camera Lazio 2, i nn. 3, 4 e 5.

Nella regione sono costituiti 2 collegi elettorali plurinominali con una popolazione media di 2.751.000 abitanti per l’attribuzione con metodo proporzionale dei restanti 12 seggi (6 seggi ciascuno). I collegi sono articolati nel modo seguente:
• Il collegio plurinominale n. 1 è composto dal territorio dei collegi uninominali Senato nn. 2, 3 e 4, ed include tutto il territorio della capitale e i comuni di Fiumicino e Ciampino.
• Il collegio plurinominale n. 2 è composto dal territorio dei collegi uninominali Senato nn. 1, 5 e 6, e aggrega per intero le provincie di Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, più i restanti comuni della città metropolitana di Roma Capitale.

collegi elettorali

Dossier completo Servizio Studi del Parlamento

Stralcio collegi del Lazio dal Dossier completo